Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Da Bonn la conferma che l'Europa cresce diminuendo le emissioni inquinanti

I dati che arrivano da Bonn relativi al rapporto dell’agenzia ONU per il clima, presentato alla Cop23, confermano che c’è un disaccoppiamento tra crescita delle emissioni inquinanti e crescita economica. Tra il 1990 e il 2016, nell’Unione Europea, le emissioni di gas serra sono diminuite del 23% mentre il Pil è cresciuto del 53%.

Significa che l’economia del futuro sarà tanto più forte quanto più sarà a misura d’uomo ed ecosostenibile. Lo dicono anche i numeri del rapporto GreenItaly 2017 di Fondazione Symbola e Unioncamere secondo cui le imprese italiane che investono green sono quelle che competono di più, innovano di più, esportano di più. In Italia sono 355mila le aziende, ossia il 27,1% del totale, dell’industria e dei servizi, che dal 2011 hanno investito, o lo faranno quest’anno, in tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2. Una quota che sale al 33,8% nell’industria manifatturiera, dove l’orientamento green si conferma un driver strategico per il made in Italy.
La sfida dell’innovazione ambientale, oltre ad essere un’opportunità per le imprese, produce anche posti di lavoro. Alla nostra green economy si devono già 2milioni 972mila green jobs, ossia occupati che applicano competenze ambientali. Una cifra che corrisponde al 13,1% dell’occupazione complessiva nazionale, destinata a salire ancora entro dicembre. Dalla nostra economia ‘verde’ infatti arriveranno quest’anno 320 mila green jobs e considerando anche le assunzioni per le quali sono richieste competenze green si aggiungono altri 863 mila occupati.

Un contributo fondamentale per il nostro sviluppo, un contributo alla sfida del clima.

Lo afferma Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola commentando il rapporto dell’Agenzia Onu sul clima presentato alla Conferenza mondiale Cop23 in corso a Bonn.

Pubblicato il 7/11/2017 alle 14.53 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web