Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Pubblicata in G.U. la legge sui Piccoli Comuni. Ce n'est qu'un debut, passo avanti importante per un’Italia più attenta a territori, comunità e futuro

Roma, 3 novembre 2017 



“Pubblica in Gazzetta Ufficiale la legge a mia prima firma sui Piccoli Comuni. Un passo avanti importante per un’Italia più attenta ai territori, alle comunità e al futuro. Per dirla con un storico slogan francese  'Ce n'est qu'un debut'.  Questa legge a lungo attesa considera i nostri 5.567 Piccoli Comuni la chiave per un’alleanza tra innovazione, territori, coesione e bellezza alla base del futuro dell’Italia.

Da oggi nessuno parlerà più dei Piccoli Comuni come  un peso per il nostro Paese ma, guardandoli con nuovi occhi,  come una straordinaria opportunità per l’Italia. Un modello per uno sviluppo sostenibile e un’economia più a misura d’uomo che punta sulle comunità e i territori, sull’intreccio fra tradizione e innovazione, vecchi e nuovi saperi.  Tra i punti qualificanti di questa legge, infatti, ci sono misure per la diffusione della banda larga, il sostegno dell’artigianato digitale e la promozione dei prodotti locali. Un modo per valorizzare sia le nostre bellezze che tanta parte di quel made in Italy apprezzato dappertutto.  Si può competere in un mondo globalizzato  se si mantengono solide radici. Se si innova senza cancellare la propria identità, perché l’Italia e forte quando fa l’Italia”.

Lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera, sulla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge n. 158/2017 per la valorizzazione dei Piccoli Comuni a sua prima firma.

Pubblicato il 3/11/2017 alle 9.58 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web