Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Plastica in mare: l'Italia può vietare per prima le microplastiche nei cosmetici

Roma, 30 giugno 2017



“Dall’Italia può venire un segnale importante nella lotta alle microplastiche in mare con l’approvazione in via definitiva della legge a mia prima firma sulla cosmesi sostenibile che, tra l’altro, vieta per la prima volta l’uso delle microplastiche nei prodotti cosmetici. 
L’inquinamento da plastica e da microplastiche è uno dei più pericolosi e frequenti per mari e oceani del pianeta. Per l’Onu sono 8 milioni le tonnellate di plastica che ogni anno finiscono nelle acque del pianeta. Rifiuti che si scompongono in pezzi sempre più piccoli fino a diventare microplastiche. Proprio questi micro frammenti sono la parte più pericolosa: essendo di piccolissime dimensioni, massimo 5 millimetri, vengono ingeriti e bioaccumulati da pesci e  specie marine, entrando così nella catena alimentare. Una fonte inesauribile di microplastiche sono i cosmetici che usiamo ogni giorno in abbondanza: creme, scrub, bagnoschiuma, dentifrici, maschere, rossetti e schiume da barda ne possono essere fatti al 90%.
La legge, che  a partire dal 1° gennaio 2020 vieta  la produzione e la messa in commercio di cosmetici contenenti microplastiche,  è stata approvata all’unanimità lo scorso 26 ottobre dalla Camera ed è da allora all’esame del Senato. Mi auguro che a Palazzo Madama la legge arrivi in tempi rapidi al varo definitivo. Sarebbe un passo importante tanto più visto il primato italiano nei cosmetici: nel nostro Paese si produce oltre il 60% del make-up mondiale. Una leadership di mercato che può essere mantenuta e rafforzata puntando sulla sostenibilità, sulla trasparenza, sulla qualità; contribuendo, allo stesso tempo, alla salvaguardia dei mari”.
Lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera, sull’iter della proposta di legge a sua prima firma contro le microplastiche.

Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 30/6/2017 alle 8.57 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web