Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Clima: da Trump posizione ideologia e boomerang per l'America. L'Europa protagonista insieme alla Cina, green economy è sviluppo sostenibile e occupazione

Roma, 1° giugno 2017 

 

“Contrastare i mutamenti climatici significa non solo combattere uno dei più gravi pericoli che dobbiamo fronteggiare,  causa anche di tensioni e flussi migratori incontrollabili, ma anche portare avanti un processo già in atto di innovazione green non solo nella produzione di energia ma in tutti i settori economici e  produttivi.

La posizione di  Trump sul clima è ideologica e può danneggiare gli Stati Uniti anche sul terreno economico e della leadership.  Se dovesse sfilarsi dagli accordi di Parigi, o comunque assumere una posizione ambigua e frenante,  aprirebbe uno spazio enorme alla Cina.  A maggior ragione l’Europa  di Merkel, Macron e Gentiloni che abbiamo visto a Taormina,  deve essere in prima fila sui temi del clima e dello sviluppo sostenibile. Un profilo che potrebbe manifestarsi sin dal prossimo G20 di Amburgo.

La green economy, oltre ad aiutare il clima, produce sviluppo e occupazione. In Italia, nel 2016, sono collegati all’ambiente 250mila  nuovi posti di lavoro, il 44,5% della nuova occupazione in tutti i settori. Quota che sale fino al 66% nel settore ricerca e sviluppo. E’ questa la strada per affrontare le sfide del futuro”.

Lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, commentando la posizione di Trump sul clima.

Pubblicato il 1/6/2017 alle 11.50 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web