Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Contro smog e mutamenti climatici occorre una SEN che si strumento di innovazione e occupazione

La Strategia Energetica Nazionale deve guardare al futuro del Paese, coinvolgere le comunità, l’economia e le istituzioni. Deve incrociare le linee di azione degli accordi di Parigi sul contrasto dei mutamenti climatici. Solo così la nuova SEN potrà essere uno strumento di politica energetica, di contrasto dello smog, un contributo per uno sviluppo sostenibile portatore di innovazione e occupazione. La precedente SEN era nata già vecchia, è stata superata dai fatti e dalle innovazioni tecnologiche che stanno spingendo il mondo verso le energie rinnovabili e l’efficienza.

Spero che l’elaborazione della nuova politica energetica non sia affidata a coloro che hanno redatto la precedente, che mostrava una visione decisamente limitata. Una SEN di ampio respiro, strumento di azione anche sulle questioni del clima, può costituire uno dei punti di forza con cui il governo italiano si presenterà al prossimo G7.

Lo ha dichiarato Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente Territorio e LL.PP. intervenendo stamane al Forum “World Energy Scenarios” di WEC Italia in collaborazione con l’intergruppo Globe Italia, svoltosi presso al sala del Cenacolo della Camera dei Deputati

Pubblicato il 1/2/2017 alle 13.23 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web