Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Risanamento ambientale e futuro produttivo dell'Ilva sono legati inscindibilmente

Roma, 23 dicembre 2014 
  
 
“Il rilancio dell’Ilva è strettamente connesso al risanamento ambientale dell’acciaieria di Taranto.  Per garantire la siderurgia italiana e uno stabilimento importante come l’Ilva si può pensare anche a un ruolo dello Stato e il parlamento è pronto ad esaminare eventuali nuovi provvedimenti del Governo per lo stabilimento di Taranto, ma deve essere chiaro che qualsiasi ulteriore intervento non può che confermare e garantire priorità al raggiungimento degli obiettivi di risanamento ambientale oggi previsti e che tale risanamento deve essere a carico dell’azionista, ossia dei Riva, a cominciare dagli 1,2 miliardi loro sequestrati nel procedimento di Milano. Non si può abbassare l’asticella delle prescrizioni ambientali rispetto a quanto previsto dall’Aia. Non è infatti pensabile alcun futuro per l’Ilva abbassando la guardia sulle tutele verso l’ambiente e verso la salute di lavoratori e cittadini”, lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, alla vigilia del Consiglio dei Ministri che probabilmente porterà sul tavolo di Palazzo Chigi la questione Ilva.


Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 23/12/2014 alle 8.1 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web