Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Usare fondi sequestrati ai Riva per risanamento ambientale Ilva

Roma, 29 settembre 2014

“Se oggi finalmente si apprende che il commissario straordinario dell’Ilva Gnudi ha chiesto alla magistratura milanese di ‘sbloccare’ i fondi sequestrati ai Riva nell’ambito dell’indagine milanese, è perché proprio questa è una delle ipotesi previste dalla normativa vigente - in particolare dalla legge di conversione del decreto Competitività. Nell’utilizzo dei fondi va data priorità al risanamento ambientale dell’acciaieria di Taranto che è inscindibilmente legato al futuro produttivo dell’impianto.  Come ho avuto modo di dire in altre occasioni, infatti, non è pensabile alcuna soluzione di innovazione e futuro produttivo per l’Ilva se vengono disattesi gli impegni sul risanamento ambientale, condizione necessaria per dare futuro all’impianto: simul stabunt, simul cadent”, così Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, commenta la notizia che il commissario Gnudi ha fatto richiesta di sbloccare i fondi sequestrati ai Riva.


Ufficio stampa On. Realacci


Pubblicato il 29/9/2014 alle 9.39 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web