Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Giusta la 'battaglia del riso' di Coldiretti, Italia tuteli sue produzioni

Roma, 15 luglio 2015


“Giusta la ‘battaglia del riso’ promossa dalla Coldiretti per dire basta alla concorrenza sleale provocata dalle importazioni a dazio zero di riso proveniente da paesi asiatici, Cambogia innanzitutto. Anziché consentire un dumping scorretto e favorire la vendita di riso proveniente da Paesi Terzi in cui le condizioni di lavoro non sono adeguate e in cui si fa uso di pesticidi e prodotti chimici vietati in Europa, l’Italia deve tutelare le sue produzioni nazionali anche a livello europeo. L’agricoltura italiana è da sempre legata alla qualità, al territorio, alle tipicità, alla tracciabilità dei nostri prodotti. Con i suoi 263 prodotti tipici, oltre un milione di ettari condotti con metodo biologico e un export che nel 2013 ha fatto segnare il record di 33 miliardi di euro, la nostra agricoltura è un settore improntato all’eccellenza, che da un contributo importante all’attrattività del made in Italy nel mondo e che va difeso con strumenti adeguati. Riso compreso. Per fare luce sulla vicenda, tutelare il buon riso italiano e anche la salute dei nostri consumatori, ho presentato un’interrogazione al ministro dell’Agricoltura e al Presidente del Consiglio Renzi. In tale quadro rassicura il sostegno alla ‘battaglia del riso’ annunciato oggi dal ministro Martina”, lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, intervenendo sulla cosiddetta ‘battaglia del riso’ che oggi ha portato risicoltori e mondine aderenti alla Coldiretti davanti al Ministero per le politiche agricole alimentarie forestali.



Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 15/7/2014 alle 12.24 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web