Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Immigrati dopati, fatti gravissimi che non rispettano la dignità umana e disonorano l’Italia

Roma, 16 maggio 2014


Il presidente della Commissione Ambiente Realacci presenta una interrogazione ai ministri dell’Interno e del Lavoro sul caso dei braccianti sikh dopati



“Da un reportage pubblicato oggi su il Manifesto e dal dossier ‘Doparsi per lavorare come schiavi’ della onlus In Migrazione emergerebbe una nuova gravissima e vergognosa declinazione del fenomeno del caporalato in agricoltura, in particolare dello sfruttamento dei braccianti migranti. Oltre a lavorare spesso in nero, dalle 12 alle 14 ore al giorno, domenica compresa, maneggiando  trattamenti chimici e agrofarmaci senza alcuna protezione, i braccianti della comunità indiana dei Sikh nell’Agro Pontino sarebbero costretti anche ad  assumere sostanze ‘dopanti’ come oppio e metamfetamine per resistere alla fatica e la dolore. Sostanze che gli verrebbero direttamente fornite dagli stessi caporali. Secondo quanto si apprende dalla stampa, infatti, il traffico di stupefacenti, venduti ai Sikh per 10 euro la dose, sarebbe saldamente in mano agli italiani. Che così non solo sfrutterebbero i braccianti migranti fino a ridurli de facto in schiavitù, ma guadagnerebbero sulla loro pelle anche gli illeciti proventi dello spaccio. Un bel  guadagno, considerando che tra immigrati regolari e non, la Flai Cgil stima siano almeno 30 mila i Sikh nell’Agro Pontino. Per sapere se siano a conoscenza di questa vicenda e se i fatti corrispondano al vero, ho presentato una interrogazione ai ministri dell’Interno e del Lavoro. Ai ministri interrogati ho inoltre chiesto quali iniziative urgenti di polizia e di controllo delle condizioni di lavoro nella provincia di Latina vogliano mettere in capo per spezzare questa forma criminale di schiavitù, che non onora l’Italia, né le numerose produzioni agroalimentari di qualità della provincia Pontina”, così Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici  della Camera, depositando una interrogazione sul cosiddetto caso dei ‘Sikh dopati’.


Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 16/5/2014 alle 11.29 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web