Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Italia recuperi ritardo in applicazione regolamento europeo contro commercio illegale di legno

Roma, 21 marzo 2014



Il presidente della Commissione Ambiente della Camera Realacci presenta una interrogazione al ministro dell'Agricoltura sulla mancata applicazione del Regolamento Legno

 
“Il modo migliore per festeggiare la Giornata internazionale delle foreste sarebbe che l’Italia applicasse finalmente il Regolamento  europeo n. 995/2010, nato nel 2010 per contrastare il commercio di legname illegale.  Sulla carta è entrato  in vigore il 3 marzo 2013, ma secondo le maggiori associazioni ambientaliste italiane, quali Greenpeace, Legambiente, Terra! e Wwf, in Italia questa normativa europea promossa per fermare il commercio di legno non certificato non è ancora stata applicata.  Insieme a Spagna, la Lituania e l’Ungheria siamo il fanalino di coda dell'UE nell’implementazione e attuazione del Regolamento e  continuiamo a permettere l’entrata nei mercati di legno illegale  proveniente da importanti aree forestali: dal bacino del Congo all’Amazzonia, dal Sud-est asiatico alle isole del Borneo e Sumatra. Un fatto grave in sé, reso ancora più serio considerando che l’Italia è tra i più importanti mercati al mondo per il commercio del legno.  Per sapere se il Ministro per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali, l’autorità incaricata di vigilare sulla norma,  sia a conoscenza della questione e se i fatti riportati corrispondano al vero, ho presentato una interrogazione.  Al ministro interrogato ho inoltre chiesto quali iniziative urgenti voglia mettere in campo per dare piena attuazione ed effettività al sopraddetto regolamento comunitario”, così Ermete Realacci, presidente della VIII Commissione Ambiente della Camera, depositando una interrogazione sulla mancata applicazione del Regolamento Legno.


Ufficio stampa on. Realacci
 

Pubblicato il 21/3/2014 alle 9.38 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web