Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Sos Clima, Italia guidi l’Europa all’avanguardia su clima ed energia

Roma, 28 febbraio 2014



“L’Italia, con l’Europa, deve essere protagonista nella sfida del clima e porsi obiettivi ambiziosi su energia e clima al 2030, proprio come chiesto dall’ex ministro dell’Ambiente Orlando insieme ai ministri di Francia, Germania, Austria, Belgio, Danimarca, Irlanda e Portogallo. Tema che sono fiducioso raccoglierà anche il convinto sostegno del neoministro Galletti. Tanto più che la riduzione delle emissioni, lo sviluppo delle rinnovabili e, più in generale, le politiche di mitigazione e adattamento ai mutamenti climatici, possono essere fondamentali anche per rilanciare la competitività delle nostre imprese e  l’economia con essa. Per essere concreti la misura di gran lunga più efficace per l’occupazione, e forse anche per l’ambiente, messa in campo nel 2013 sono stati gli incentivi per le ristrutturazioni e l’eco-bonus: non solo hanno contributo a ridurre le emissioni e le bollette delle famiglie, ma hanno anche prodotto 19 miliardi di investimenti e oltre 280 mila posti di lavoro tra diretti e indotto. Anche per questo è molto importante che l’Italia sia nel gruppo di paesi che guidano l’Europa verso il futuro, anziché essere nel gruppo degli Stai membri che esprimo posizioni più arretrate. Mi auguro che il semestre italiano di presidenza di turno del Consiglio dell’Unione, nell’anno che l’UE dedica alla green economy, segni un rinnovato protagonismo dell’Europa in questo campo e porti all’individuazione di precisi e ambiziosi target, sia a livello comune che di singole nazioni, per quanto riguarda la riduzione delle emissioni, il risparmio energetico e le rinnovabili. Proprio come chiede il vasto cartello di associazioni riunito oggi in piazza Montecitorio al motto di ‘SOS Clima Europa rispondi!’”, lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera in occasione della manifestazione sul clima ed energia indetta, tra gli altri, da Coordinamento FREE, Greenpeace, Legambiente, Kyoto Club e WWF.


Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 28/2/2014 alle 11.36 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web