Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Primarie Pd, nel segno della green economy fase finale campagna Renzi

Roma, 4 dicembre 2013 


CON RENZI PER IL FUTURO DEL PAESE


La green economy contro la crisi. Innovazione, qualità, territorio per un’Italia che fa l’Italia. Di questo si parlerà venerdì 6 dicembre, alle ore 12, presso il Parco Scientifico e Tecnologico di Rivalta Scrivia a Tortona (AL), una delle iniziative finali della campagna per le primarie del Pd  in cui Matteo Renzi indicherà le sue idee sull’economia e sul rilancio del Paese, sulla direzione da seguire per ridare fiducia e speranza agli italiani.


“Per battere la crisi serve una nuova visione in grado di mobilitare le migliori energie per affrontare le sfide che abbiamo di fronte. Matteo Renzi è il candidato alle primarie del Pd che meglio interpreta questa visione. Per questo l’ho sostenuto sin dall’inizio. Per uscire dalla crisi è necessario, come sostiene Renzi, puntare sull’innovazione, sulla cultura, sui territori e sulla vocazione italiana alla qualità, sulla green economy. Su un’Italia che fa l’Italia, che non lascia indietro nessuno e che valorizza i suoi talenti. Su un cambiamento trasversale che abbracci tutti i settori produttivi e tutti i livelli delle istituzioni  e su un Partito Democratico che non deleghi a nessuno le tematiche ambientali, ma che al contrario le assuma come parte costitutiva della sua identità, della sua idea di futuro”, così Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, ribadisce il suo sostegno a Matteo Renzi e annuncia la sua partecipazione all’incontro per la campagna delle primarie che si terrà a Tortona venerdì prossimo. Nel Piemonte patria della chimica verde parteciperanno all’incontro due imprenditori leader mondiali del settore, Catia Bastioli e Guido Ghisolfi, e Gianluigi Angelantoni, AD di un azienda che eccelle nel mondo per il solare termico a concentrazione.


“La green economy – conclude Realacci - è una straordinaria occasione di rilancio della nostra economia. Come dimostrano il 22% della imprese italiane che dall’inizio della crisi, secondo dati Symbola Unioncamere, hanno investito in green economy. Sono le imprese che esportano di più, innovano di più e producono quest’anno il 38% dei nuovi posti di lavoro. La green economy vale già oggi in Italia oltre 100 miliardi di euro, il 10,6% del valore aggiunto, e più di 3 milioni di green jobs. E non a caso gli incentivi fiscali per le ristrutturazioni e l’efficienza energetica in edilizia, il cosiddetto eco-bonus, che mi auguro venga stabilizzato nella legge di Stabilità come più volte garantito dal Governo, è la misura più importante presa dall’esecutivo per rilanciare l’economia: nel 2013 gli incentivi fiscali per ristrutturazioni ed efficienza energetica in edilizia valgono 19 miliardi di euro e oltre 283 mila posti di lavoro tra diretti e indotto (dati Servizio studi Camera e Cresme)”.


A Tortona si parlerà di problemi ambientali aperti: dal dissesto idrogeologico all’illegalità, alle ecomafie  che vanno combattute senza tregua. A partire da quanto accade nella Terra dei Fuochi. Ma soprattutto di economia del futuro e delle sfide aperte. Su questi temi Matteo Renzi presenterà le idee e le proposte del nuovo PD per l’Italia.


Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 4/12/2013 alle 11.53 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web