Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Carbone: poco intelligente da parte di Enel portare Greenpeace e Calorpesti in tribunale

Roma, 29 maggio 2013


“Non mi pare un’azione intelligente da parte dell’ENEL portare in tribunale Greenpeace, Calopresti e Giffone per un efficace spot contro l’uso del carbone. E’ noto che il carbone è la fonte di energia fossile più inquinante. Anche l’Enel sa che il futuro è legato sempre più al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili. Del resto è dalle rinnovabili che, stando allo stesso bilancio Enel, giungono le prospettive più interessanti. Perché allora non comunicare la Paese una mutazione di rotta, con ovviamente i tempi necessari? Perché attestarsi con protervia su frontiere indifendibili? Da un grande gruppo che tanta parte ha avuto  nella storia del nostro Paese questo ci aspetteremmo: un’idea più ambiziosa  e convincente di futuro”, lo afferma Ermete Realacci, presidente Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera intervenendo sul caso del cortometraggio “Uno al giorno” e sullo scontro Enel-Greenpeace riportato oggi in un ampio articolo su Il Fatto Quotidiano.
 
 

Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 29/5/2013 alle 11.46 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web