Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Mobilità nuova: cambiare politiche per la mobilità e puntare su ferro, trasporto pubblico e bici

Milano, 4 maggio 2013  

“Condivido e aderisco con convinzione all’ottima iniziativa della Rete per una Mobilità Nuova, la coalizione di oltre 150 sigle tra cui Legambiente, Libera Slow Food, Tci, Coldiretti, Aiab, Cittadinanzattiva, Mdc, Intersos, Spi Cgil, Uisp. Nella crisi è necessario cambiare nettamente le politiche della mobilità privilegiando la ferrovia, il cabotaggio su gomma, il potenziamento del trasporto pubblico locale rispetto alle grandi infrastrutture e l’uso della bicicletta. In particolare va sostenuta   la ciclabilità come soluzione efficace e a impatto zero per gli spostamenti cittadini personali su mezzo privato garantendo la sicurezza delle persone che scelgono di muoversi in bici , riconoscendo e risarcendo anche l’infortunio occorso al cittadino che si rechi al lavoro in bicicletta” così Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, in occasione della manifestazione l’Italia cambia strada promossa oggi a Milano dalla Rete per una Mobilità Nuova.

“I dati   - prosegue Realacci - ci dicono che è diminuito del 10% il consumo dei carburanti, che cambiano gli stili di vita degli italiani. Bisogna adeguare l’offerta di trasporto collettivo alle esigenze di mobilità di milioni di cittadini, investire nel trasporto pubblico locale, favorire la diffusione del ricorso alla bicicletta e rispondere così anche alle emergenze smog e traffico che soffocano le nostre città. Va in questa direzione la proposta di legge di iniziativa popolare presentata oggi a Milano dalla Rete per un Mobilità Nuova, che mi impegno a sostenere in Parlamento”. 


Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 4/5/2013 alle 13.45 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web