Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Navi dei veleni: gravi le conclusioni della Commissione Ecomfie, riaprire indagini su morte De Grazia

Roma 5 febbraio 2013
 

“La  morte del Capitano Natale De Grazia avvenne come conseguenza di una causa tossica. La punta di diamante del pool di inquirenti di Reggio Calabria, morto 18 anni fa mentre indagava sulla motonave Jolly Rosso, la cosiddetta "nave dei veleni",  sarebbe stato quindi vittima di un omicidio. E’ questa l’inquietante conclusione della relazione approvata oggi dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul Ciclo dei rifiuti.  Una relazione che arriva in seguito alla nuova perizia sulla morte di De Grazia affidata dalla Commissione stessa a Giovanni Arcudi e che ha rilevato elementi tossici nel corpo del capitano, gettando un’ombra ancora più cupa su una delle vicende più buie delle nostra storia recente e delle ecomafie. Trovano così conferma i sospetti più neri di associazioni ambientaliste e comitati di cittadini che da anni si sono concentrati sulla morte di De Grazia e sulle cosiddette ‘navi dei veleni’. Come già sostenuto lo scorso dicembre, in una interrogazione parlamentare ai ministri dell’Interno, della Giustizia e dell’Ambiente a firma mia e dell’On. Bratti, è necessario riaprire l’inchiesta sulla morte di Natale De Grazia per rendere giustizia a questo straordinario servitore dello Stato e andare sino in fondo nell’accertamento della verità anche sulla gravissima vicenda delle navi dei veleni” così Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, sulla relazione approvata oggi dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul Ciclo dei rifiuti.


Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 5/2/2013 alle 18.6 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web