Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Nucleare: Enel esce da Epr francese, ma dovrebbe ringraziale italiani e rederendum

Roma, 4 dicembre 2012
 

“Enel esce dal progetto siglato con Edf per il nucleare in Francia, ma dovrebbe ringraziare i cittadini italiani che con il referendum del giugno 2011 hanno bocciato il ritorno del nucleare, evitando un fallimento annunciato. E’ di ieri la notizia che il costo del reattore Epr in costruzione nella Francia nordoccidentale è quasi triplicato, passando da  3,3  a 8,5 miliardi. Se oggi Enel fosse  impegnata nella costruzione di nuove centrali nucleari nel Paese, correrebbe il rischio di essere una ‘bad company’. Mentre il risparmio e l’efficienza energetica, le fonti rinnovabili, l’innovazione e la ricerca continuano ad essere la via maestra che si deve percorrere per rendere il nostro Paese più competitivo”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del PD, commentando la nota con la quale Enel ha annunciato di uscire dal nucleare in Francia.
 

Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 4/12/2012 alle 18.58 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web