Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Erasmus: miope tagliare su cultura e integrazione. Governo si attivi in Ue

Roma, 5 ottobre 2012

I deputati Pd Realacci e Sarubbi presentano un’interrogazione ai ministri dell’Istruzione e degli Affari Europei 

“Allarmante e assurdo che il programma Erasmus rischi la chiusura nel 2013 per mancanza di fondi, viste le criticità di bilancio del Fondo Sociale Europeo. Una notizia sconcertante, riportata sia dalla stampa nazionale che internazionale, che per ironia della sorte arriva  proprio allo scoccare del 25esimo compleanno del Progetto Erasmus. Per scongiurare tale esito, che mortificherebbe una delle politiche europee di maggior successo per l’integrazione e la crescita culturale dei giovani cittadini comunitari, ho presentato insieme all’On. Sarubbi un’interrogazione parlamentare al ministri dell’Istruzione, Profumo, e al ministro degli Affari Europei, Moavero Milanesi, chiedendo quali iniziative urgenti intendano mettere in campo per garantire un’adeguata partecipazione economica dell’Italia al Fondo Sociale Europeo e  assicurare, di concerto con gli altri partner comunitari, i fondi necessari al capitolo del bilancio inerente al progetto Erasmus”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile Green economy del Pd, presentando un’interrogazione parlamentare ai ministri dell’Istruzione e degli Affari Europei. 

“Se una politica di risparmio e riduzione degli sprechi nella spesa pubblica è giusta e necessaria, tanto in più in tempi di crisi e austerità – prosegue Ermete Realacci -, è a dir poco miope tagliare sulla formazione e sull’integrazione culturale dei nostri ragazzi, riducendo al minimo i finanziamenti di quello che è senza dubbio il Programma culturale europeo di maggior successo, programma che dal 1987 a oggi ha fatto muovere per l’Europa 3 milioni di studenti, contribuendo a costruire quell’identità comune così necessaria al successo dell’Europa Unita”.

Il testo dell'interrogazione parlamentare è disponibile al seguente link

Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 5/10/2012 alle 17.21 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web