Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Manovra: bene conferma eco-bonus 55%. Ora lavorare per stabilizzarla

Roma, 6 dicembre 2011

“E' una misura nel segno della green economy. Accogliamo molto positivamente che il Governo Monti abbia voluto ascoltare le richieste che il PD aveva a più riprese avanzato di prorogare nella manovra finanziaria il credito di imposta del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici.  E’ una richiesta che veniva con forza anche dal mondo delle imprese e degli addetti al settore perche l’eco-bonus del 55% è stata a  tutti gli effetti la misura anticiclica di gran lunga più importante attivata in questi anni che ha contrastato gli effetti della crisi nel settore dell'edilizia e contribuito a ridurre le bollette energetiche degli italiani e le emissioni di Co2'', lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, commentando la decisione del Governo di inserire nella manovra finanziaria anche uno specifico passaggio per prorogare di un anno il credito di imposta del 55%.  “L'eco-bonus del 55%”, ricorda Realacci “è stato utilizzato da 1 milione e 360 mila famiglie, con investimenti pari a 16,5 miliardi, ha attivato ogni anno oltre 50.000 mila posti di lavoro nei settori coinvolti, soprattutto nelle migliaia di piccole e medie imprese nell'edilizia e nell'indotto. Ora lavoreremo il Parlamento per cercare di renderla stabile perché è evidente che si è trattata di una misura i cui benefici hanno pienamente ripagato le mancate entrate determinate dallo sgravio fiscale''.

 
Ufficio stampa On. Realacci
 

Pubblicato il 6/12/2011 alle 13.57 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web