Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Rifiuti Napoli: fermare roghi. Si rischia emergenza diossina

Roma, 24 giugno 2011

“Appiccare fuoco ai cumuli di rifiuti è come andare di male in peggio. All’emergenza sanitaria aggravata dal caldo, infatti, si aggiunge anche l’emissione di diossina. Bisogna fermare questa pratica estremamente pericolosa per la salute dei cittadini,” così Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd lanciando l’allarme a proposito dei roghi dei cumuli di rifiuti a Napoli.

“Uno studio dell’Unione Europea sugli effetti sulla salute dell’esposizione alla diossina, aggiunge Realacci - ci dice che l’incenerimento “fai da te” di una sola tonnellata di rifiuti urbani indifferenziati produce una media di 400 microgrammi di diossina, ma può arrivare a picchi che superano i 1000 micro/grammi per tonnellata. Un valore altissimo che può causare gravi patologie, contaminare acqua, suolo e aria, avvelenando coltivazioni e allevamenti. I cittadini napoletani vanno allertati e sensibilizzati con incisività sulla gravità della pratica di dar fuoco ai cumuli di rifiuti La diossina si produce massimamente bruciando a basse temperature, in modo casalingo dunque, spazzatura indifferenziata come quella che viene prodotta nelle città e che invade le strade”

 
Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 24/6/2011 alle 13.12 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web