Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Rinnovabili: Non fermare un settore che vale l'1% del Pil del Paese

“Il Governo deve cambiare subito il decreto sulle rinnovabili. E lo deve fare con un testo che dia certezze al settore, corregga gli errori e le sottovalutazioni commessi, recuperi le indicazioni giunte dal Parlamento e dalla Conferenza delle Regioni per avere più trasparenza, meno abusi e sprechi, procedure semplificate e contributi decrescenti in modo da favorire le tecnologie più innovative e sostenere il pieno ingresso nel mercato.

L’Italia ha le carte in regola per diventare leader in questo settore di eccezionale importanza per il futuro della nostra economia, ma il modello da prendere ad esempio deve essere quello della Germania che alla fine del 2010 aveva installato oltre 16000 MW di fotovoltaico,e punta ad arrivare per il 2020 è 52000 MW”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del PD, intervenuto oggi a Roma al Teatro Quirino alla manifestazione “SOS rinnovabili” insieme ad una nutrita rappresentanza di parlamentari del Pd a cominciare dal segretario Bersani, dal capogruppo Franceschini e con Della Seta, Ferrante, Mariani, Braga, Tomaselli.

“Con una decisione scellerata del Governo”, prosegue Realacci, “si rischia invece di fermare questo treno in corsa che già oggi vale l’1% del Pil del nostro paese. La straordinaria partecipazione alla manifestazione indetta oggi dalle associazioni delle rinnovabili a Roma è la dimostrazione di quanta grande sia la preoccupazione fra le migliaia di imprese e di addetti. Il Governo deve fare marcia indietro per non affossare uno dei pochi settori che nel periodo di crisi economica, in controtendenza, ha aumentato l’occupazione”.

Pubblicato il 10/3/2011 alle 18.17 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web