Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Mafia: cemento scadente affare criminale. Avviare controlli

Roma, 27 aprile 2010

“L’importante operazione condotta oggi dalle forze dell’ordine e dalla magistratura svela un giro d’affari criminale che mette in serio rischio l’incolumità dei cittadini. Proprio un anno fa avevo presentato un’interrogazione parlamentare alla presidenza del Consiglio e al Ministero delle Infrastrutture sull’allarme lanciato dai Procuratori di Caltanissetta e Agrigento sull’utilizzo di calcestruzzo scadente nella realizzazione di opere pubbliche alla quale non c’è mai stata risposta”, lo afferma Ermete Realacci (PD), in relazione all’operazione “Doppio colpo” condotta dalla procura di Caltanissetta.

“Vista la vastità dell’operazione”, prosegue Realacci, “e le possibili gravi ripercussioni sulla popolazione torniamo a chiedere al Governo di avviare immediatamente un monitoraggio degli edifici e delle infrastrutture strategiche, a partire da scuole e ospedali, in tutte le aree che si ipotizzano possano essere coinvolte, soprattutto in quelle classificate ad alto rischio sismico e intervenire con la massima rapidità ed efficacia sulle strutture che risultino non adeguate. Un’operazione di monitoraggio in tal senso, oltre a rappresentare un necessario intervento per la sicurezza dei cittadini, può attivare un volano occupazionale per tecnici ed esperti e per le piccole e medie imprese sul territorio nazionale”.

Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 27/4/2010 alle 14.30 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web