Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Earth Day: dalla green economy in Italia un milione di posti di lavoro

Roma, 21 aprile 2010

“Domani si celebra in tutto il mondo l’Earth day, la giornata della Terra. E’ un occasione per ricordare che oggi la difesa ambiente non è solo un vincolo, ma anche e una grande possibilità per affrontare la crisi economica. Una prospettiva, quella della green economy, vera in tutto il mondo, ma che in Italia ha chance più che altrove di avere successo, perché attraversa la sfida della qualità, che si nutre dei talenti dei territori, e dà forza alla missione del nostro Paese. Un’economia diversa che punta su innovazione, ricerca, conoscenza. Che migliora la qualità della vita di oggi e non compromette il futuro. Ma la green economy non è solo un progetto per il futuro, in molti campi è già in atto e attraversa i settori più vari, tanto che è possibile prevedere nel nostro paese possa attivare, nei prossimi cinque anni, oltre un milione di posti di lavoro tra nuovi occupati e qualificazione degli esistenti”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile Green economy del Pd alla vigilia dell’Earth day che domani si tiene in tutto il mondo.

“Quando parliamo di green economy”, spiega Realacci, “pensiamo ad una sfida trasversale che comprende moltissimi settori e coinvolge decine di migliaia di imprese: dal settore dell’edilizia a quello dei trasporti, dagli elettrodomestici alle fonti rinnovabili, dal turismo all’agricoltura di qualità, dall’high tech al riciclo dei rifiuti, dalla diffusione di prodotti e di processi produttivi innovativi ed efficienti, nella creazione di nuova occupazione qualificata, in una forte spinta all’esportazione di processi e prodotti eco-efficienti. La green economy in salsa italiana, inoltre, incrocia la propensione alla qualità tipica di molte produzioni del nostro paese e la riconversione in chiave ecosostenibile di comparti tradizionali legati al manifatturiero”.

Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 21/4/2010 alle 13.5 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web