Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Nucleare: ormai siamo a farsa. Ma a pagare saranno italiani

Roma, 25 marzo 2010

"Sul nucleare ormai siamo alla farsa, peccato che i danni saranno a carico degli italiani. La Polverini dichiara che non lo vuole nessuno, Berlusconi oggi in Puglia rassicura che lì non si farà una centrale, così come tutti i canditati nelle varie regioni.  E’ un imbroglio indecente che sta caratterizzando tutta la campagna elettorale del Pdl: mentire sapendo di mentire e negare ai cittadini la possibilità di fare del nucleare un punto di valutazione dei candidati in lizza”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, commentando le dichiarazioni di oggi della candidata alla presidenza del Lazio Renata Polverini.
“Appena si prova a parlare di contenuti”, prosegue Realacci, “il centro-destro sceglie la via della menzogna. Il Governo, unico caso in un paese occidentale, ha approvato una legge che decide la costruzione delle centrali nucleari anche contro il volere di regioni e territori. Ma in campagna elettorale il tema viene sistematicamente rimosso e anzi si rassicurano gli lettori che non sarà in quella regione che si costruirà una centrale o un sito di stoccaggio delle scorie. Del resto Berlusconi sa benissimo che la maggior parte degli italiani, è contraria ad un ritorno all’atomo. Ma con la solita strategia racconta una verità mutevole e ben sapendo che il nucleare è un argomento complicato, volutamente lo nasconde o lo mistifica”.
 
Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 25/3/2010 alle 14.26 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web