Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Emergenze: opere per l’energia non sono emergenza. Questo è il governo degli imbrogli

Roma, 11 marzo 2010 
 
“Questa maggioranza non perde occasione per mettere sul tavolo il giochetto delle tre carte. Il Parlamento boccia un provvedimento e lo stesso sotto mentite spoglie viene riproposto altrove dalla maggioranza, spesso inserito in misure che poco hanno a che fare con la materia trattata. Ora è la volta dei commissariamenti straordinari in materia di energia, una misura contenuta in prima istanza del Decreto emergenze e protezione civile, poi stralciato dal Parlamento nel testo approvato e oggi riproposto subdolamente nel provvedimento sull’Alcoa calendarizzato per i prossimi giorni. E’ fatto grave, un vero e proprio imbroglio. Ancora una volta si sta cercando con uno stratagemma di trasformare in emergenza, e quindi fuori dalle regole e dalle leggi ordinarie, una cosa che emergenza non è, come appunto la realizzazione di opere connesse alla trasmissione, alla distribuzione e alla produzione dell’energia. Appena spenti i riflettori mediatici sugli scandali della Protezione Civile, questa maggioranza, senza alcuna decenza non perde occasione per tentare di distrarre grandi quantità di denaro dal controllo delle leggi ordinarie dello Stato. Si deve tener conto, infatti, che se questa misura dovesse passare verrebbe meno, tra l’altro, l’obbligo di immediata comunicazione al Parlamento e di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale”, è quanto afferma Ermete Realacci, (PD).
 
Ufficio Stampa On. Realacci

Pubblicato il 12/3/2010 alle 12.48 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web