Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Lambro: grave e ingiustificabile ritardo nel lanciare allarme

Roma, 25 febbraio 2010
 
“Nel lanciare l’allarme sulla fuoriuscita di idrocarburi dalla ex raffineria della Lombarda petroli c’è stato un grave e ingiustificabile ritardo. Una mancanza di tempestività che si è rivelata fatale per far partire la macchina degli interventi in tempo utile per scongiurare il disastro ambientale che si è verificato. Come questo sia potuto accadere tutto ciò e su chi ricadono le responsabilità lo dovrà accertare la magistratura, tenendo conto anche del fatto che l’area industriale della Lombarda Petroli era stata sottoposta alla direttiva Seveso per la natura delle sostanze chimiche lavorate e stoccate”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd che ieri ha anche presentato un’interrogazione parlamentare sul tema.
“Quel che è certo”, conclude Realacci, “è che la lentezza e l’inadeguatezza degli interventi di soccorso attivati nella giornata di ieri ha generato una situazione di grave inquinamento per l’ecosistema fluviale e per tutte le attività che su di esso ricadono. Serve un’azione coordinata dal Governo e l’attivazione di tutte le istituzioni interessate per scongiurare che ulteriori rallentamenti possano compromettere ancora di più la situazione”. 
 
Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 25/2/2010 alle 16.22 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web