Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

PD: no al nucleare, si alla green economy

Roma, 5 febbraio 2009

“E’ la prima volta che un partito politico italiano attribuisce un incarico sulla green economy. E’ segnale indicativo per mettere le politiche della economia verde al centro dell’azione del Partito Democratico, a cominciare dalle prossime elezioni regionali. Alla follia del ritorno al vecchio nucleare voluta dal Governo Berlusconi, il PD risponde con la green economy per puntare su innovazione, ricerca, nuove tecnologie, fonti rinnovabili e rilanciare su questi temi, in modo organico e duraturo, il sistema paese”, lo afferma Ermete Realacci, nominato ieri responsabile green economy del Partito Democratico.
“Quando parliamo di green economy”, prosegue Realacci, “pensiamo ad una sfida trasversale che comprende moltissimi settori e coinvolge decine di migliaia di imprese: dal settore dell’edilizia a quello dei trasporti, dagli elettrodomestici alle fonti rinnovabili, dal turismo all’agricoltura di qualità, dall’high tech al riciclo dei rifiuti, dalla diffusione di prodotti e di processi produttivi innovativi ed efficienti, nella creazione di nuova occupazione qualificata, in una forte spinta all’esportazione di processi e prodotti eco-efficienti. E non solo, è possibile  prevedere nel nostro paese, nei prossimi cinque anni, oltre un milione di posti di lavoro tra nuovi occupati e qualificazione delle imprese esistenti. Di questo si ragionerà anche nell’incontro previsto per domani a Roma al quale prenderanno parte, fra gli altri, il Segretario del Pd Pierluigi Bersani e la candidata alla presidenza della regione Lazio Emma Bonino".

Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 5/2/2010 alle 12.21 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web