Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Nucleare, atomo non è soluzione per Italia. E come al solito paga pantalone

Roma, 22 dicembre  2009

“Due cose sono chiare: i siti nucleari si conosceranno solo dopo le elezioni regionali e a pagare saranno le bollette degli italiani”, lo afferma Ermete Realacci (PD), commentando l’approvazione del decreto legislativo sul nucleare da parte del Consiglio dei Ministri di oggi.
“Il ritorno all’atomo non è la soluzione per l’Italia”, prosegue Realacci, “e il Governo racconta fandonie agli italiani quando assicura che con  l’energia nucleare si abbasseranno i costi delle bollette. Non è così e anche volendo tralasciare i problemi di sicurezza e la questione aperta dello smaltimento delle scorie, il nucleare ha segnato il passo in questi anni nei paesi occidentali proprio per i suoi costi elevati. Il nucleare senza grandi investimenti pubblici non sta in piedi e ancora una volta sarà Pantalone a pagare per una scelta ideologica e sbagliata.
“All’Italia serve altro”, conclude Realacci.  “Meglio puntare su misure che danno risultati a breve termine, sostengono e rendono più competitiva l’economia e l’aumento occupazionale. Per il nostro paese questo vuol dire puntare sul risparmio energetico, sulle fonti rinnovabili, sul recupero energetico del patrimonio edilizio esistente, sul ricambio dei beni durevoli orientato su base ambientale.”

Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 22/12/2009 alle 18.1 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web