Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Navi dei veleni: recuperare i fusti. Lo Stato intervenga

Roma, 27 ottobre 2009 
 
“Che non si tratti della Cunsky sarà una buona notizia solo quando si conoscerà con certezza cosa contiene il relitto di fronte a Cetraro. Solo recuperando i fusti all’interno dello scafo sarà possibile escludere che non si tratti di una delle navi dei veleni. Per fare piena luce su questa vicenda, torniamo a ripetere che è necessario l’intervento dello Stato ai massimi livelli”, lo afferma Ermete Realacci (PD), commentando le dichiarazioni del Ministro Prestigiacomo a proposito dei primi risultati forniti dalla nave oceanografica Mare Oceano.
“Qui non si tratta di fare allarmismo o meno”, prosegue Realacci. “I traffici di rifiuti tossici e radioattivi che hanno interessato il nostro paese, le vicende delle navi misteriosamente affondate, la radioattività accertata su alcune aree della costa calabrese, sono fatti di straordinaria gravità documentati in atti parlamentari e nelle inchieste condotte dalla magistratura da oltre dieci anni a questa parte. Nella mozione bipartisan che abbiamo presentato insieme al collega Fabio Granata chiediamo al Governo di fare luce su questa drammatica vicenda una volta per tutte, con le risorse e i mezzi necessari e soprattutto coinvolgendo tutti i ministeri interessati.”
 
Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 27/10/2009 alle 12.31 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web