Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Alluvione Messina: "Chi ha fatto condoni oggi piange lacrime di coccodrillo"

“In queste ore la priorità è portare i soccorsi e stare vicino alle popolazioni colpite e la Protezione Civile del nostro paese come sempre si sta dimostrando all’altezza della gravità della situazione. E’ giusto che il Presidente del Consiglio vada a Messina per far sentire la presenza del Governo in un momento di emergenza come questo. Non si può, però tacere il fatto che ancora una volta gli italiani stanno pagando un prezzo altissimo all’incuria del territorio e all’abusivismo edilizio che ha cementificato in modo incontrollato vaste aree del paese, soprattutto nel meridione. Le lacrime di coccodrillo oggi servono a ben poco”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile ambiente del Pd.

“Il regalo devastante fatto da Berlusconi con i condoni edilizi varati dai suoi precedenti governi ha lasciato segni pesanti sul territorio”, aggiunge Realacci. “Il solo “effetto” condono nelle precedenti sanatorie edilizie di Berlusconi generò nel 2003 40mila nuove case illegali, con un incremento della produzione abusiva superiore al 41% tra 2003 e 2001. Lo stesso accadde nel 1994 grazie al condono Berlusconi-Radice: durante i mesi di discussione delle legge furono costruite 83mila abitazioni fuorilegge. E la stessa politica scellerata del “tana libera tutti” e del via libera al cemento illegale si stava riproponendo anche in questo Governo con il piano casa”.

“Fa bene il Presidente Napolitano”, conclude Realacci, “a tuonare contro l’abusivismo e a ribadire che al paese non servono inutili opere faraoniche, ma investimenti diffusi per mettere in sicurezza un paese troppo fragile e che sembra ulteriormente messo in pericolo dall’accelerarsi dei mutamenti climatici. Il Governo corregga subito il tiro, ripristini i fondi per la gestione dell’assetto idrogeologico drasticamente tagliati dalle ultime due Finanziarie e avvii un piano per la messa in sicurezza del territorio, per l’edilizia di qualità come chiedono da tempo anche le regioni, anche sul fronte della sicurezza antisimica.”

Pubblicato il 3/10/2009 alle 12.1 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web