Blog: http://ermeterealacci.ilcannocchiale.it

Intesa su piano casa: buona base di lavoro, frenata deregulation edilizia

Roma, 1° aprile 2009 
 
“E’ una buona base di lavoro che frena la deregulation edilizia contenuta nel precedente testo del Governo e recepisce gran parte delle perplessità avanzate da Partito Democratico. Fondamentale il contributo delle Regioni che mantengono la competenza sulla materia e regolamenteranno gli interventi in base alle leggi regionali vigenti”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile ambiente del PD commentando il nuovo testo presentato oggi dal Consiglio dei Ministri.
“Per rilanciare l’economia e uscire dalla crisi, l’edilizia può svolgere un ruolo molto importante”, continua Realacci. “E’ per questa ragione che abbiamo difeso il credito di imposta del 55% per gli interventi ambientali nell’edilizia, una misura di cui hanno beneficiato centinaia di migliaia di famiglie e che ha prodotto economia e occupazione nelle imprese del settore. E’ per questa ragione che siamo favorevoli a demolire e ricostruire nel segno della qualità, anche prevedendo un premio di cubatura a fronte di standard di efficienza energetica e di bioedilizia e a rendere più snelle le procedure burocratiche, considerando che è un problema che si pone anche quando si parla di fonti rinnovabili.”
“Berlusconi la smetta perciò di lanciare messaggi equivoci”, conclude Realacci, “e soprattutto freni gli annunci populistici. Quando parla di new town in ogni capoluogo e di avviare un vero piano casa dica anche quando e quanti soldi veri stanzierà per l’edilizia popolare, pubblica o convenzionata, per venire incontro alle esigenze abitative delle fasce più deboli della popolazione. Di chi, insomma una villa da ampliare non ce l’ha”.
 
Ufficio stampa On. Realacci

Pubblicato il 1/4/2009 alle 13.0 nella rubrica Comunicati Stampa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web