.
Annunci online

condividi:

Legge elettorale: cambiare Porcellum. Si appello per uninominale

L’attuale legge elettorale è, e sempre sarà, una porcata. Va cambiata per restituire agli italiani il diritto di esprimere la propria scelta...
continua


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. legge appello elettorale porcellum uninominale


permalink | creato da team_realacci il 30/8/2010 alle 16:45 | Versione per la stampa | 0 commenti
condividi:

Televisione: Tg Mentana allarga offerta informazione televisiva

Roma, 30 agosto 2010

“Che un professionista di valore come Enrico Mentana torni alla conduzione di un telegiornale di prima serata è sicuramente un bene per il paese. E’ importante anche per rafforzare un polo televisivo come quello de La7, che insieme a Sky TG24, ha l’importante compito di allargare l’offerta e la pluralità dell’informazione televisiva del nostro paese. I miei migliori auguri di buon lavoro a Mentana”, lo afferma Ermete Realacci (PD).
 
Ufficio stampa On. Realacci




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. informazione mentana tv televisione tg pluralismo


permalink | creato da team_realacci il 30/8/2010 alle 16:10 | Versione per la stampa
condividi:

"Un vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell'avere nuovi occhi". M. Proust

Buone vacanze a tutti, ci vediamo a fine mese...







permalink | creato da team_realacci il 6/8/2010 alle 13:40 | Versione per la stampa | 0 commenti
condividi:

NELLA CRISI GREEN ECONOMY E’ PROSPETTIVA FUTURO.

A FESTAMBIENTE NE PARLANO REALACCI, COGLIATI DEZZA, MINEO

“La Green Economy è per l’Italia, più ancora che per altri paesi, una chiave straordinaria per affrontare le sfide che abbiamo davanti, mobilitando le migliori energie. Dobbiamo difenderci dagli effetti della crisi garantendo la tenuta dei conti pubblici e impedendo che qualcuno rimanga indietro. E questo comporta una grande attenzione alle aree deboli, ai disoccupati, al credito alle piccole e medie imprese, alle famiglie a reddito più basso. Ma la crisi va colta come una grande occasione di cambiamento, un’opportunità per affrontare le questioni aperte da tempo. E’ questo il senso della green economy: la prospettiva di un’economia a misura d’uomo che affronta le questioni ambientali scommettendo sull’innovazione, sulla ricerca, sulla conoscenza. E’ una sfida in cui l’Italia è già presente e può svolgere un ruolo di primo piano se mette in campo le sue qualità migliori”, lo afferma Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente che venerdì prossimo parteciperà all’incontro “Ricomincio da Trenta: sfide, battaglie e nuove idee per il futuro dell'Italia”, insieme a Vittorio Cogliati Dezza, Presidente nazionale di Legambiente, coordinato da Corradino Mineo, direttore di Rai News 24 a Festambiente a Rispescia in provincia di Grosseto







permalink | creato da team_realacci il 4/8/2010 alle 16:45 | Versione per la stampa | 0 commenti
condividi:

Faccia a faccia Vendola-Realacci giovedì 5 agosto alle 21 alla Festa nazionale degli Ecodem a San Giminiano

Realacci: “Per battere il centro destra servono idee. La green economy è una prospettiva”.

“Per battere il centro destra servono idee: l’ambiente e la green economy sono una prospettiva per l’Italia e per il PD”, lo afferma Ermete Realacci responsabile green economy del PD che il 5 agosto alle 21 parteciperà al faccia a faccia con Nichi Vendola alla Festa nazionale degli Ecologisti Democratici a San Giminiano.

“Tutti conosciamo la difficilissima situazione economica e politica che il Paese sta vivendo. A maggior ragione è necessario, per battere Berlusconi, che il PD sia in grado di proporre un’ idea diversa su come ci si difende dalla crisi e su cosa fare per rilanciare la nostra economia. La green economy, un’economia a misura d’uomo, che punta su qualità, ricerca e innovazione, legata al territorio, può essere una parte importante della proposta del Partito Democratico. Una prospettiva già in atto in molti settori, ma anche una missione comune dell’Italia in grado di mobilitare le migliori energie nelle istituzioni, nelle imprese, nella società”.


L'Ufficio stampa - Francesca Biffi 333.2164430 biffi_f@camera.it







permalink | creato da team_realacci il 3/8/2010 alle 14:55 | Versione per la stampa
condividi:

Nucleare: fermata norma anti-incompatibilità. Battaglia vinta dal Pd.

“Una battaglia vinta. La soppressione dell’articolo 3 del decreto energia ripara una grave distorsione che avrebbe pesato in modo inaccettabile sul ruolo stesso dell’Agenzia per la sicurezza sul nucleare. Fermo restando il fatto che il nucleare è una scelta sbagliata e costosa per l’Italia, l’Agenzia deve poter garantire una trasparenza e un’indipendenza a tutela dei cittadini su una materia tanto delicata e importante. L’articolo 3 del decreto energia permetteva un obbrobrio impensabile in qualunque paese occidentale e cioè che gli incarichi del Presidente e dei membri dell’Agenzia fossero ricoperti anche da politici o da dipendenti ministeriali. Per fortuna grazie al Parlamento e al Partito Democratico questo scempio è stato fermato”, lo afferma Ermete Realacci responsabile green economy che aveva presentato un ‘emendamento soppressivo all’articolo 3 del decreto energia, oggi accolto dall’Aula di Montecitorio.

L'Ufficio stampa - Francesca Biffi 333.2164430 biffi_f@camera.it



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nucleare agenzia decreti


permalink | creato da team_realacci il 3/8/2010 alle 14:51 | Versione per la stampa
condividi:

Prestigiacomo porti questione trivellazione BP in Libia al prossimo Consiglio dei Ministri

“Una moratoria alle nuove trivellazioni petrolifere in Mediterraneo è una richiesta che avanziamo da tempo. Siamo lieti che anche il Ministro Prestigiacomo, alla quale da tempo ho presentato varie interrogazioni parlamentari in materia, la pensi allo stesso modo e ritenga opportuno fermare il nuovo pozzo della BP al largo delle coste della Libia. Ora ci auguriamo che porti la questione sul tavolo del prossimo Consiglio dei Ministri. Il nostro paese, per la posizione geografica e politica che ha nel bacino del Mediterraneo, ha il dovere di essere capofila in un’azione internazionale di tutela dei nostri mari e usare tutti gli strumenti diplomatici per fare pressione presso il Governo libico per fermare questa nuova trivellazione”, è quanto afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del PD, commentando le dichiarazione rilasciate da Ministro dell’Ambiente al quotidiano britannico Financial Times.


L'Ufficio stampa - Francesca Biffi 333.2164430 biffi-f@camera.it




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. petrolio marea nera inquinamento bp trivellazioni


permalink | creato da team_realacci il 2/8/2010 alle 11:35 | Versione per la stampa
condividi:

Lo smog non si combatte con palliativi. L'Italia a rischio sanzioni.

PRESENTATA UN'INTERROGAZIONE PARLAMENTARE AL MINISTRO DELL'AMBIENTE

“Lo smog non si combatte con blandi palliativi o stratagemmi legislativi, ma con un serio piano di interventi strutturali. Cosa ha fatto finora il Ministro Prestigiacomo per evitare che l’Italia paghi le pesanti sanzioni europee e perché nessuna delle azioni per contrastare l’inquinamento atmosferico previste nella mozione approvata dalla Camera dei Deputati è stata messa in campo dal Ministro dell’Ambiente?”. Lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, in un’interrogazione parlamentare presentata al Ministro dell’Ambiente alla luce del decreto presentato in consiglio dei ministri venerdì scorso.

“Per abbattere le concentrazioni in atmosfera dei pericolosi inquinanti, a partire dalle polveri sottili, “continua Realacci”, “serve un programma di interventi strutturali su vasta area, coerenti ed integrati. Dall’edilizia ai trasporti, dall’efficienza energetica alla mobilità sostenibile, sono tutti campi su cui è possibile intervenire per creare le condizioni per la risoluzione del problema. Nel Governo Berlusconi, fino ad oggi, è mancata qualunque idea di politica ambientale avanzata e anche nell’ultima manovra sono state pesantemente penalizzate tutte le misure che potevano concorrere a ridurre l’inquinamento nelle città e a combattere i mutamenti climatici. Per esempio sarà difficile spiegare all’Unione Europea come è possibile ridurre l’inquinamento da traffico tagliando tutti le risorse per incentivare il trasporto pubblico.”




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ambiente inquinamento unione europea smog green economy


permalink | creato da team_realacci il 2/8/2010 alle 11:30 | Versione per la stampa
sfoglia luglio        settembre
Sono nato a Sora (FR) il primo maggio 1955 e vivo a Roma. Ho guidato fin dai primi anni Legambiente, di cui sono tuttora presidente onorario. Ho promosso e presiedo Symbola, la Fondazione per le qualità italiane... biografia completa
 
Archivio
Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom