.
Annunci online

condividi:

Realacci: così tuteleremo i borghi e i Piccoli Comuni

Il presidente della Commissione Ambiente della Camera al convegno organizzato dal Pd Incontro con i candidati e con Lolli alla stretta finale della campagna elettorale

di Roberto Ciuffini 
Il Centro, 20 febbraio 2018

L’AQUILA. L’Abruzzo conta 249 comuni sotto i 5mila abitanti, l’81% del totale (305). In questi borghi abita il 26% della popolazione residente, circa 343mila persone. «Sono caratteristiche che rendono questa regione quasi un prototipo nell’applicazione della nuova legge a tutela dei piccoli comuni», afferma Ermete Realacci, deputato, presidente onorario di Legambiente e autore del cosiddetto “ddl salvaborghi”.
Il provvedimento è stato votato all’unanimità lo scorso settembre dal parlamento, dopo anni di rinvii e rimpalli nei quali era arrivato sempre a un passo dall'approvazione, senza riuscire a toccare il traguardo. La nuova legge, illustrata ieri all’Aquila da Realacci, nel corso di un incontro sulle aree interne, organizzato dal Pd nella sala convegni dell’Ance, si basa sul connubio tra tecnologia e green economy e propone una serie di misure in favore dei Comuni al di sotto dei 5mila abitanti. Tra queste, la diffusione della banda larga, il sostegno all’artigianato e alle attività commerciali, la semplificazione per il recupero dei centri storici in abbandono o a rischio spopolamento, il mantenimento dei servizi essenziali, che negli ultimi anni sono stati drasticamente tagliati. «La legge», spiega Realacci, «è riuscita a ottenere subito da Poste Italiane l’impegno a non chiudere più i propri uffici nei piccoli paesi. Gli uffici postali continueranno a esserci e si apriranno anche ad altri utilizzi. Altri servizi essenziali da garantire sono le scuole e le attività commerciali. Per queste ultime, la legge prevede una fiscalità diversa, perché il negozio di alimentari del piccolo paese di montagna non può essere trattato alla stessa stregua di una boutique di via Montenapoleone. Bisogna smettere di pensare ai borghi come a un piccolo mondo antico, da accompagnare verso l’estinzione. Essi rappresentano invece la forza del nostro Paese. L’esperienza ormai ci dice che l’Italia è forte solo se investe su ciò che la rende unica, ossia sulla capacità di produrre “all’ombra del campanile” cose che piacciono al mondo».
La legge Realacci ha una dotazione finanziaria complessiva di 100 milioni, scaglionati dal 2018 al 2023. 
«Ma il plafond va aumentato», ha osservato Massimo Cialente, presente all’incontro, insieme agli altri candidati del Partito Democratico, Stefania Pezzopane e Lorenza Panei. L’Abruzzo ha però un vantaggio competitivo rispetto ad altre regioni: può partire da una base di risorse già disponibili, soldi stanziati dalla Regione attraverso fondi europei, Masterplan e fondi del 4% (quelli previsti per la ripresa economica delle attività produttive colpite dal terremoto). È il vicepresidente della Regione, Giovanni Lolli a ricordare la portata degli investimenti: «Ci sono oltre 100 milioni per la banda larga, provenienti da Masterplan, fondi Fesr e Piano di sviluppo rurale. È una cifra colossale, grazie alla quale questa infrastruttura arriverà anche nelle cosiddette zone a “sconfitta di mercato”. Poi ci sono i 250 milioni di fondi Fsc che la Regione girerà alle Province per la manutenzione delle strade, perché ai piccoli comuni si arriva attraverso la viabilità minore. Infine i 22 milioni per la pista ciclabile Campotosto-Castelvecchio».
Il Centro ©RIPRODUZIONE RISERVATA



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. piccoli comuni abruzzo territorio comunità qualità innovazione lolli cialente pd


permalink | creato da team_realacci il 21/2/2018 alle 15:27 | Versione per la stampa
sfoglia gennaio        marzo
Sono nato a Sora (FR) il primo maggio 1955 e vivo a Roma. Ho guidato fin dai primi anni Legambiente, di cui sono tuttora presidente onorario. Ho promosso e presiedo Symbola, la Fondazione per le qualità italiane... biografia completa
 
Archivio
Blog letto7128673 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom