.
Annunci online

condividi:

La chiusura del Nisa di Crotone è brutto segnale e regalo a ecomafie

Roma, 5 febbraio 2015 


“La chiusura del Nucleo Igiene Sanità ed Ambiente (Nisa) di Crotone, se confermata, sarebbe un pessimo segnale e un indebolimento degli strumenti di lotta contro i reati in campo ambientale e sanitario e contro le ecomafie. Eppure, come si apprenda da un articolo de “il Crotonese” dello scorso dicembre e dal recente allarme lanciato da Legambiente Calabria, sarebbe ormai stata ufficializzata la chiusa di questo importante presidio di legalità in un territorio in cui malaffare ed ecomafie prosperano e in cui le emergenze ambientali sono tuttora gravissime. Basti considerare che, come denunciato dal rapporto “Ecomafia 2014” di Legambiente, con 2.511 ecoreati accertati la Calabria è la quarta regione italiana per numero di illeciti in campo ambientale, dietro Campania, Sicilia e Puglia. Tutti motivi per i quali mi auguro che l’epilogo della vicenda sia diverso. Proprio per sollecitare un ripensamento rispetto alla chiusura del Nisa di Crotone ho presentato una interrogazione al ministro della Giustizia sottoscritta anche dai colleghi Ernesto Magorno e Nicodemo Oliverio”, lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, depositando una interrogazione sulla vicenda della chiusura del Nisa di Crotone.

“Nel corso degli anni  - prosegue Realacci - il Nisa di Crotone si è dimostrato un efficace strumento investigativo e grazie ai suoi tre operatori ha condotto inchieste estremamente importanti, anche di interesse nazionale, a tutela della legalità e della salute dei cittadini. L'inchiesta Black Mountains, che scovava l'esistenza di un sistema di smaltimento illecito di rifiuti industriali che ha inquinato territori della provincia di Crotone, ad esempio, si deve proprio a questo Nisa. Nell’interrogazione ho quindi chiesto al ministro interrogato se intenda o meno assicurare nuovamente l’operatività del Nisa a difesa della legalità per il territorio, l’ambiente e la salute dei cittadini della Calabria”. 


Ufficio stampa On. Realacci



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nisa crotone illeciti ambientali interrogazione Black Mountains legambiente calabria ecomafia


permalink | creato da team_realacci il 5/2/2015 alle 15:51 | Versione per la stampa
sfoglia gennaio        marzo
Sono nato a Sora (FR) il primo maggio 1955 e vivo a Roma. Ho guidato fin dai primi anni Legambiente, di cui sono tuttora presidente onorario. Ho promosso e presiedo Symbola, la Fondazione per le qualità italiane... biografia completa
 
Archivio
Blog letto6869185 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom