.
Annunci online

condividi:

Con Legambiente per una edilizia di rigenerazione che non consuma suolo e fa volare il lavoro

#STOPALCONSUMODISUOLO 

“E’ giusto sottolineare, come fa Legambiente, che è urgente fermare il consumo di suolo, che in Italia viaggia al tasso del 7,3% l’anno rendendo ancor più fragile il nostro già debole territorio. Una nuova legge finalizzata a frenare il consumo di territorio, seppure necessaria e non prorogabile, rischia di non essere sufficiente a raggiungere l’obiettivo. E’ necessario, infatti, puntare anche su una nuova edilizia fondata sulla rigenerazione urbana, sull’efficienza energetica, sulla qualificazione e la messa in sicurezza del patrimonio edilizio esistente. Proprio per questo a inizio legislatura ho presentato il disegno di legge per il contenimento dell'uso di suolo e la rigenerazione urbana (A. C.  70). Oltre a garantire maggiore sicurezza per i cittadini e per il nostro fragile suolo, queste politiche rappresentano una straordinaria occasione per produrre occupazione legata al territorio. E’ infatti possibile rilanciare l’edilizia nel segno della qualità, senza consumare altro territorio e riducendo al contempo le bollette e le emissioni. Basta investire in efficienza energetica e riqualificazione. E’ senza dubbio questo il terreno più efficace per ottenere benefici sia per l’ambiente, sia per le tasche degli italiani, che per il lavoro. Non a caso gli incentivi per ristrutturazioni ed eco-bonus in edilizia sono la misura di gran lunga più importante messa in campo per l’occupazione nel 2013:  hanno prodotto lo scorso anno 28 miliardi di investimenti, garantendo quasi 340mila posti di lavoro, tra diretti e indotto. Anche per questo è strategico stabilizzare il credito di imposta per il risparmio energetico in edilizia e gli interventi di consolidamento antisismico. Tanto più che, secondo il dossier  “Basta case vuote di carta” di Legambiente, sono oltre 2 milioni e mezzo gli edifici residenziali sui quali sarebbe urgente intervenire per riqualificazione, rischio sismico o idrogeologico.  Dalla rigenerazione e qualificazione del patrimonio esistente possono inoltre venire soluzioni per le tante famiglie in condizioni di disagio abitativo” lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, commentando il dossier  “Basta case vuote di carta” di Legambiente.


Ufficio stampa On. Realacci




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. consumo di sculo case vuote carta legambiente edilizia qualità rigenerazione urbana ecobonus lavoro


permalink | creato da team_realacci il 13/5/2014 alle 14:1 | Versione per la stampa
sfoglia aprile        giugno
Sono nato a Sora (FR) il primo maggio 1955 e vivo a Roma. Ho guidato fin dai primi anni Legambiente, di cui sono tuttora presidente onorario. Ho promosso e presiedo Symbola, la Fondazione per le qualità italiane... biografia completa
 
Archivio
Blog letto10210485 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom