.
Annunci online

condividi:

Energia, ha ragione Greenpeace: incredible Enel punti sul carbone

Roma, 13 marzo 2013
 

“Ha ragione Greenpeace: è incredibile e inaccettabile che l’Enel, mentre calano i consumi elettrici, aumenti il ricorso al carbone, passando dai 32,4 TWh del 2011 ai 36 TWh del 2012 e arrivando quindi a produrre ben il 48,4% della sua elettricità dal carbone. E’ contro gli interessi del Paese. Su questo nulla dice la Strategia Energetica Nazionale che, contro ogni buon senso, il governo vuole presentare domani. Per fortuna la saggezza dei cittadini italiani ha fermato il nucleare. Se avesse avviato la costruzione di centrali nucleari in Italia, l’Enel sarebbe oggi una bad company”, così Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, commentando l’allarme sulle scelte energetiche di Enel lanciato oggi da Greenpeace.


Ufficio stampa On. Realacci



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. greenpeace enel elettricità consumi carbone nucleare sen


permalink | creato da team_realacci il 13/3/2013 alle 16:27 | Versione per la stampa
sfoglia febbraio        aprile
Sono nato a Sora (FR) il primo maggio 1955 e vivo a Roma. Ho guidato fin dai primi anni Legambiente, di cui sono tuttora presidente onorario. Ho promosso e presiedo Symbola, la Fondazione per le qualità italiane... biografia completa
 
Archivio
Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom