.
Annunci online

condividi:

Processo breve: le ecomafie ringraziano

Roma, 21 gennaio 2010 
 
“Con il processo breve centinaia di procedimenti per reati ambientali rischiano di essere cancellati. Le ecomafie ringraziano”, lo afferma Ermete Realacci, (PD) evidenziando come l’approvazione del processo breve rischia di estinguere anche i processi in corso nei confronti di chi ha avvelenato, l’acqua, l’aria e la terra e ha fatto affari sulla pelle dei cittadini e dell’ambiente.
“Una cosa è voler velocizzare i processi e rendere più efficiente la macchina giudiziaria italiana”, aggiunge Realacci, “che come è ben noto ha spesso tempi inaccettabili per un paese democratico, ben altro il colpo di spugna che il Governo si appresta a sferrare. Processi per reati odiosi come quelli nei confronti dei trafficanti di rifiuti tossici o quelli per avvelenamento da amianto saranno estinti, con la doppia beffa per i cittadini onesti che non solo hanno subito danni devastanti alla propria salute e al proprio territorio, ma ora vedono svanire la speranza di avere giustizia”.
 
Ufficio stampa On. Realacci

sfoglia dicembre        febbraio
Sono nato a Sora (FR) il primo maggio 1955 e vivo a Roma. Ho guidato fin dai primi anni Legambiente, di cui sono tuttora presidente onorario. Ho promosso e presiedo Symbola, la Fondazione per le qualità italiane... biografia completa
 
Archivio
Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom