.
Annunci online

condividi:

Vatinno (Idv) a Costanzo: "Ha colto cambiamenti ambientalismo"

Roma, 11 giugno 2009. "Ho letto oggi con grande interesse il suo articolo nella rubrica 'Diario di Primavera' su Il Messaggero, avvertito dall'onorevole Realacci. L'articolo ha interesse perche' coglie un punto che finora non era stato colto: in Italia, da diversi anni, si sta costruendo un ambientalismo moderno e non dogmatico, aperto alle istanze dei cittadini, ma anche allo sviluppo sostenibile e che rigetta gli antichi integralismi del 'no sempre e comunque'".
È quanto afferma Giuseppe Vatinno responsabile nazionale energia ed ambiente di Italia dei Valori, in una lettera inviata a Maurizio Costanzo relativamente ad un suo articolo su Il Messaggero sull'area ambientalista dell'opposizione. Prosegue Vatinno: "Di questo processo e' stato, indubbiamente, l'onorevole Ermete Realacci
uno dei maggiori promotori (senza dimenticare Fabrizio Vigni,Francesco Ferrante, Roberto della Seta, Edo Ronchi e tanti altri). Il punto di arrivo di questa 'lunga marcia' (mi si passi il termine evocativo) e' la costituzione, lo scorso anno, degli Ecologisti democratici che sono un punto di riferimento vicino al Partito democratico, ma aperto anche ad altri contributi; infatti io, come Responsabile Nazionale Ambiente di Italia dei Valori ed ecologista, faccio parte del direttivo di questo movimento, a significare che sta diventando maturo un nuovo ambientalismo che trova la sua espressione politica nella costituzione di un movimento
condiviso in cui sono rappresentati i due piu' grandi partiti dell'opposizione. Questo processo non e' certamente stato istantaneo e parte dagli "Ambientalisti per l'Ulivo" gia' nel 2005. L'obiettivo che abbiamo raggiunto, soprattutto alla luce dei grandi risultati dei partiti ecologisti europei a cominciare da quello di Cohn Bendit che e' divenuto quasi il secondo partito francese, significa anche il superamento definitivo di quell'ambientalismo del no che tanti danno ha prodotto all'Italia. Lei ha quindi colto questo grande cambiamento. Dopo l'esperienza dell'Unione il nuovo ambientalismo democratico si posiziona come ormai unica
'offerta' ecologica moderna e progressista che vuole, una volta forza di governo, assumersi responsbailmente il proprio ruolo nello sviluppo dell'Italia", conclude Vatinno.

Fonte: il Velino
11 giugno 2009



sfoglia maggio        luglio
Sono nato a Sora (FR) il primo maggio 1955 e vivo a Roma. Ho guidato fin dai primi anni Legambiente, di cui sono tuttora presidente onorario. Ho promosso e presiedo Symbola, la Fondazione per le qualità italiane... biografia completa
 
Archivio
Blog letto8914884 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom